A mia Nonna

(Poesia di Vania Bartoccioni)

"Vieni che ti dò un socchè", dicevi,

e volavo felice per le scale

fino al tuo tesoro:

un biscotto, uno scherzo, una frittella,

un pane benedetto per la festa.

I tuoi nonsochè

non li ho più ritrovati

ma ho imparato a cercare

e non mi è mai piaciuto

comprarli al supermarket.

I dolci frutti del cachi

che a te piacevano tanto

ora li colgo in giardino

e sanno di vaniglia.

Se in questi giorni di novembre

potessi tu tornare a trovarmi

invece che venire io da te

con questo ciclamino vanitoso,

ti farei strada nella mia grande casa

che, sebbene a te estranea,

sa ancora di legna

e di funghi appena cotti.

Prenderemmo insieme un te

e mentre te ne vai

autoritaria e leggera,

ti volteresti per rubare

quello spicchio di finestra

dove ardono l'azzurro

e l'albero del cachi.

Tutorial di Astrella

Tubed by  Ninaisu